homepage organi commissioni albo contatti normativa documenti ufficiali formazione eventi modulistica link utili
PRIMO PIANO
ELEZIONI Consiglio Ordine
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA
CONVEGNO DARIO DEOTTO
MAP
PRIMA PAGINA
MEDIAZIONE CIVILE
FORMAZIONE SAF
COMMENTARIO
TARIFFA PROFESSIONALE
SEMINARIO
Seminario
Comunicazioni
Tutela della professione
PRIVACY POLICY
Privacy policy
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
rassegna stampa novità fiscali scadenze fiscali link utili
La Ue: persi 5,4 miliardi di tasse da Google e Facebook
Alessandro Galimberti - II Sole 24 Ore - pag. 25
Oggi sarà presentato a Bruxelles un dossier sulle mancate entrate fiscali nella Comunità nel triennio 2013-2015. Il responsabile della riforma della corporate tax europea, il socialista Paul Tang, stima in 5,4 miliardi di euro le mancate entrate fiscali in Europa sui ricavi prodotti da Facebook e Google. Proprio con Google si sono dunque volatilizzati 5 miliardi di euro di imposta che Dublino ha incassato per una frazione infinitesimale, lo 8,82% grazie agli amichevoli scivoli di attrazione. Quanto a Facebook, mentre fuori dalla Ue paga tra il 28 e il 34% sui ricavi, in Europa, grazie al double-Irish, paga tra lo 0,03% e lo 0,10%. Con questa ‘frazione’ sommata alla presunta elusione Google, l’erario Ue perde una media di 1,8 miliardi all’anno di imposte dice il rapporto. In virtù di ciò il promotore del rapporto intende presentare all’assemblea comunitaria una riforma complessiva della corporate tax che diventerebbe ‘europea’ cioè armonizzata. Lo schema è tuttavia lontano dall’opzione che domani approderà a Tallin per iniziativa di Francia, Italia, Germania e Spagna.
| copyright Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Gorizia | codice fiscale: 91001040319 | site by metaping | admin |