homepage organi commissioni albo contatti normativa documenti ufficiali formazione eventi modulistica link utili
PRIMO PIANO
ELEZIONI Consiglio Ordine
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA
CONVEGNO
VIDEOCONFERENZA MAP
CONVEGNO
VIDEOCONFERENZA MAP
CONVEGNO ASTALEGALE
PRIMA PAGINA
MEDIAZIONE CIVILE
CORSO ENTI LOCALI
FORMAZIONE SAF
CORSO REVISORI LEGALI
TARIFFA PROFESSIONALE
COMMENTARIO
Comunicazioni
Tutela della professione
PRIVACY POLICY
Privacy policy
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
rassegna stampa novità fiscali scadenze fiscali link utili
Più tasse sulle auto meno ecologiche
Mario Sensini - Corriere della Sera - pag. 3
La manovra economica oggi arriva alla Camera dove il Governo porrà quasi sicuramente la fiducia. Questo, anche se mancano ancora le correzioni che faranno evitare la procedura d’infrazione della Commissione europea. A Palazzo Chigi, infatti, si lavora per la messa a punto degli aggiustamenti alla manovra. Sul tavolo ci saranno le ultime simulazioni sul costo di Quota 100 e Reddito di cittadinanza, che potrebbe essere ridotto di 2-3 miliardi rispetto agli stanziamenti attuali. Alcuni investimenti saranno dirottati sull’emergenza (maltempo e dissesto idrogeologico) e considerati come spesa eccezionale, fuori deficit. Il M5S propone incentivi per le auto elettriche e penalizzazioni per quelle più inquinanti. Il sistema ‘bonus/malus’ prevede un’imposta sull’acquisto di auto che producono più di 110 grammi di CO2 per chilometro, progressiva e compresa tra 150 e 3mila euro. Bonus, invece, per le auto con emissioni da zero a 90 g/km, variabili tra 1.500 e 6mila euro. Per acquistare una Panda 1.2 l’imposta sarebbe tra 400 e 1.000 euro. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘In manovra incentivi per l’auto elettrica, tassa per chi inquina’ – pag. 3)
| copyright Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Gorizia ORARI SEGRETERIA: Lunedì/Martedì/Giovedì dalle 09.30 alle 12.00 Mercoledì/Venerdì chiuso | codice fiscale: 91001040319 | site by metaping | admin |